Isterosalpingografia

Spesso questo esame viene confuso con altri, specie con l’isteroscopia che è un esame completamente diverso. 

 

Che cos’è l’isterosalpingografia? 

L’isterosalpingografia si propone come obiettivo quello di andare a valutare radiograficamente la cavità uterina e le tube, consentendoci anche di valutare non solo l’aspetto, il decorso e lo spessore delle tube stesse ma anche la pervietà ossia una caratteristica anatomica fondamentale per poter supporre che le tube siano funzionanti. 

 

Quando eseguiamo l’isterosalpingografia?

L’esame viene eseguito molto spesso a meno che non vi siano delle condizioni che ne rendano poco utile al percorso l’esecuzione.

L’esame è da considerarsi invasivo perché condotto con l’introduzione di un mezzo di contrasto attraverso il collo dell’utero che sotto pressione, per via ascendente, percorre la cavità uterina e le tube fino a giungere in addome in caso di pervietà delle tube. La possibilità di allergia al mezzo di contrasto, disagio legato all’esecuzione, infezioni (rare) dovute al trasporto di germi insieme al mezzo di contrasto, rende questo esame, sebbene molto importante ed orientativo, non sempre eseguito se non ritenuto indispensabile nel caso specifico. 

 

Come si esegue 

L’esame si esegue in posizione ginecologica ; si inietta attraverso il collo dell’utero un liquido di contrasto che sotto pressione riempie la cavità uterina e le tube. A questo punto si effettuano delle radiografie che fotograferanno il percorso ed il posizionamento del mezzo di contrasto dando la possibilità di valutare la forma della cavità uterina e delle tube, nonché la pervietà tubarica. 

 

Dove si esegue l’isterosalpingografia 

L’esame viene eseguito nei centri di radiologia poiché per eseguire l’isterosalpingografia è necessario una strumentazione radiografica. 

 

L’isterosalpingografia è un esame che ci dà certezze?

L’isterosalpingografia ci dà un’idea abbastanza precisa della situazione tuttavia può accadere che a causa del dolore provato, lo stesso esame non possa essere fatto come si deve e quindi non darci la certezza; può capitare ad esempio che le tube appaiono impervie quando in realtà sono normali. Al contempo va detto che l’evidenza della pervietà tubarica non ci dà la certezza che le tube siano funzionanti. In conclusione diremo che l’isterosalpingografia è un esame orientativo del quale dobbiamo avere grande considerazione ma col beneficio del dubbio. 

 

“Una mia amica è rimasta incinta dopo l’isterosalpingografia” 

Può accadere che dopo un esame strumentale invasivo a carico dell’utero possa essere più facile avere una gravidanza specie nei casi di sterilità idiopatica (senza causa apparente). La spiegazione risiederebbe, anche se non ci sono evidenze certe, nella stimolazione meccanica dell’endometrio che incrementerebbe la capacità dello stesso endometrio di accogliere l’embrione.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna