Esame del liquido seminale

Questo esame, spesso chiamato anche spermiogramma consiste nell’andare a valutare il numero, la motilità e la forma degli spermatozoi presenti in un campione di liquido seminale prodotto dal partner maschile.

 

In cosa consiste l’esame del liquido seminale? 

Rappresenta uno dei momenti più importanti nel processo conoscitivo delle condizioni cliniche della coppia ed è di semplice esecuzione.

Conoscere le caratteristiche del liquido seminale del paziente è una prerogativa indispensabile.

Affrontare un percorso di procreazione medicalmente assistita senza questa informazione metaforicamente potrebbe essere paragonato ad affrontare una gara automobilistica senza conoscere la potenza della vettura che utilizzeremo o addirittura senza sapere se sarà in grado di partire. Chi di accetterebbe questo tipo di sfida? 

 

Perché spesso l’esame del liquido seminale non viene eseguito subito? 

Molti uomini hanno il timore di vedere la loro immagine o la loro virilità sminuita da un eventuale esito poco soddisfacente dell’esame. E’ un timore comprensibile ma che viene sempre facilmente superato quando la coppia riceve le giuste informazioni nel corso dei colloqui.

 

Quando effettuare un esame del liquido seminale?

Sempre è la risposta giusta, in tutte le coppie con problemi di sterilità o infertilità come uno dei primi esami per avere subito ed in modo semplice un’informazione fondamentale considerando che le cause di sterilità di coppia sono da attribuirsi per il 50 % dei casi circa alla presenza di parametri sub-ottimali o scadenti del liquido seminale.

 

Come si esegue l’esame del liquido seminale o spermiogramma?

Richiediamo al paziente un periodo di astinenza non inferiore a tre giorni e non superiore ai cinque giorni affinché la valutazione non sia penalizzata da periodi troppo brevi o troppo lunghi di astinenza.

Il campione viene raccolto preferibilmente in sede previa l’acquisizione di tutti i dati anagrafici e anamnestici del paziente.

Dopo la produzione del campione che avviene per ipsazione del paziente, lo stesso, dopo un breve periodo di attesa tecnica necessario alla valutazione, viene osservato al microscopio. L’osservazione microscopica consente di conteggiare il numero di spermatozoi per millilitro, la loro motilità e la loro forma. Nella nostra pratica eseguiamo questo esame solo con il nostro personale esperto di procreazione medicalmente assistita e di embriologia per avere la certezza della valutazione.

Orientare il percorso sulla base di un esame dubbio non corrisponde al concetto di standard elevato che portiamo avanti.

 

Può essere necessario ripetere l’esame del liquido seminale?

La risposta è si perché talvolta si eseguono dei trattamenti mirati ad ottenere dei miglioramenti dei parametri e dunque l’unico modo per valutare l’effetto di un trattamento è andare a rivalutare il seme del paziente. 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna